La nostra azienda

Giandomenico Bizzotto titolare della rosatese Artegiunco cominciò a lavorare con i rametti più giovani dei salici, i "selgari" a soli 4 anni e con lui, i fratelli. Il padre Angelo ereditò da nonno Luigi un mestiere antico e dal sapore genuino, il mestiere del „sestaro“, il cestaio.

Tutto comincia nel fine '800 a Cartigliano, S. Anna e poi nel 1961 il padre Angelo trasferisce l'attività a Rosà.
La creazione di cesti per l'uva, portabiancheria, nidi per uccelli e borse per la spesa con i manici di cuoio intrecciato viene portata avanti dopo il secondo conflitto mondiale da Angelo, la moglie e i loro 5 figli: Luigi, Luciana, Maria Rosa, Giancarlo e Giandomenico.
Nel 1958 venne introdotto un materiale nuovo e innovativo proveniente dal l'Indocina, si tratta del giunco e la produzione si allarga anche a sedie e divani, cestini per caramelle e confezioni regalo. Sotto la guida di Giandomenico, Artegiunco si specializza in un unico prodotto, i nidi per uccelli per poi passare anche alla produzione di lavori più particolari come lamapadari e abat-jour, o lavori su misura come cestiere con finiture in argento, inserti per cucine e sedie in plastica per bar.
La vendita si allarga non solo all'Italia ma anche Europa, Nord Africa, USA, i nidi in lana e poliestere in particolare. Poi ci sono le sedie lavorazione unica e particolare.

Questa è la storia di come un mestiere può essere tramandato di generazione in generazione ed essere ancora al passo con i tempi senza mai cambiare completamente la sua identità e la sua anima.